Download Patria senza padri. Psicopatologia della politica italiana by Massimo Recalcati PDF

By Massimo Recalcati

Show description

Read Online or Download Patria senza padri. Psicopatologia della politica italiana PDF

Similar psychology & counseling books

Revenge

So you've gotten discovered your self younger, unfastened and unmarried back. it is a advisor to getting your individual again. From hoaxes to hit-and-run, those funny principles may still motivate you to wreak havoc at the one so silly as to imagine they can stay with no you, and to get the revenge you deserve.

Melatonin, Neuroprotective Agents and Antidepressant Therapy

This paintings is a guidebook for clinicians who're fascinated by treating depressive sufferers and in addition serves the learn scientists who're engaged on the psychopharmacological mechanisms of antidepressant activities and psychopathological mechanisms underlying temper problems. temper issues corresponding to significant depressive illness (MDD), bipolar disease (BPD) and seasonal affective affliction (SAD) are the main disabling problems which are one of the most costly of all clinical health problems.

Additional info for Patria senza padri. Psicopatologia della politica italiana

Sample text

Quando c’è disagio patologico del soggetto? Quando questo dibattito interno, quando questo pluralismo si spegne, quando, cioè, prevale un tiranno interno che esercita un’azione di censura sulle altre voci, quando viene meno l’interlocuzione tra le diverse istanze e si mette fine al dibattito, c’è patologia soggettiva. Su questo punto ti invito a considerare che per Freud, e per la psicoanalisi in generale, la malattia mentale non è provocata, come normalmente si pensa, da un cedimento dell’Io, da un cedimento della ragione, da un cedimento dell’autorità razionale dell’Io, da una perdita di controllo della monarchia dell’Io sulle altre voci che costituiscono il parlamento interno della soggettività.

Mi è diventato necessario Recalcati, ho preso a sfogliare ora Il manifesto, ora Repubblica, per cercare i suoi articoli, aspetto che escano i suoi libri, ne discuto con i miei amici, cerco di succhiarne l’intelligenza, da Cosa resta del padre fino al Complesso di Telemaco, mi studio la sua biografia di Lacan, mi viene da sostenere il suo impegno democratico per consentire che la psicoanalisi possa essere una cura alla portata di tutti (l’associazione Jonas con cui promuove un abbassamento delle tariffe delle sedute), seguo la sua polemica contro le terapie brevi, recupero i suoi vecchi testi come quelli sui disturbi alimentari o il bellissimo Lo psicanalista e la città.

Qui leggi Freud già attraverso Lacan... Insomma, il punto che noi dobbiamo fissare è che per la psicoanalisi la democrazia, prima di essere una forma della vita della polis, prima di essere una forma della politica, è innanzitutto una dimensione fondamentale dell’essere umano. Esiste cioè un dibattito democratico, parlamentare, che ci attraversa, che attraversa ciascuno di noi, ma che può dar luogo anche a patologie laddove si sbilanci a senso unico e totalitario verso una sola delle istanze nelle quali il parlamento soggettivo si scompone.

Download PDF sample

Rated 4.28 of 5 – based on 34 votes