Download Ad occhi chiusi by Gianrico Carofiglio PDF

By Gianrico Carofiglio

Nelle giornate dell'avvocato Guerrieri, ogni tanto piomba una pratica, di quelle che non portano né soldi né gloria, ma solo nuovi nemici. Lui non riesce a rifiutarla, una specie di molla gli scatta dentro. los angeles nuova pratica di "Ad occhi chiusi" gli prospetta una giovane donna vittima di maltrattamenti che ha avuto il coraggio di denunciare l'ex compagno suo persecutore: nessun avvocato vuol rappresentarla according to timore delle persone potenti implicate. E l. a. molla che gliela fa accettare sembra essere los angeles ragazza con un'aura di inquietudine, che una sera si presenta assieme all'amico ispettore di polizia nel suo studio in keeping with chiedergli di assumere los angeles difesa della donna tormentata.

Show description

Read or Download Ad occhi chiusi PDF

Best classics books

Castle to Castle (French Literature)

It's Germany close to the top of global conflict II, the Allies have landed and individuals of the Vichy France govt were sequestered in a labyrinthine fortress, replete with mystery passages and subterranean hideaways. the crowd of 1,400 terrified officers, their better halves, mistresses, flunkies, and Nazi protectors—including C?

A Christmas Carol (Saddleback Classics)

Simplified model of the vintage for college kids attempting to improve their analyzing degrees.

Thoughts for young men

Techniques for younger males is a piece by way of J. C. Ryle now dropped at you during this re-creation of the undying vintage.

My Name is Radha

The widely used pattern of classifying Manto s paintings right into a) tales of Partition and b) tales of prostitutes, forcibly enlists the author to accomplish a dramatic dressing-down of society. yet neither Partition nor prostitution gave beginning to the genius of Saadat Hasan Manto. they just supplied him with an celebration to bare the reality of the human situation.

Additional resources for Ad occhi chiusi

Sample text

Con lei però non mi ero tenuto in esercizio. «Qual è il tuo problema? Se hai voglia di stare da solo basta dirlo». Già, basta dirlo. «Stanotte non credo che dormirò e allora non voglio tenere sveglia anche te». «Non dormirai? ». «Non dormirò. Non lo so esattamente perché. A volte mi capita. Voglio dire: di saperlo in anticipo». Mi guardò di nuovo negli occhi, ma con una espressione diversa, adesso. Si chiedeva quale fosse il problema, visto che io non glielo avevo detto, e forse nemmeno lo sapevo.

Voglio porre un paio di questioni, su questa richiesta. Una riguarda specificamente la vicenda processuale di cui oggi cominciamo ad occuparci. L'altra ha carattere più generale, sull'ammissibilità di simili richieste. Il professor Genchi ha mai visitato la signora Martina Fumai ? Il professore ha mai almeno visto la signora Martina Fumai? La difesa non ce lo ha detto, mentre ci ha detto con grande, apodittica, e soprattutto offensiva sicurezza che la signora Martina Fumai è una squilibrata. Se, come io credo, il professor Genchi non ha mai visitato la persona offesa di questo processo, allora mi chiedo su cosa dovrebbe vertere la sua deposizione di consulente.

La palestra aveva il parquet, un grande specchio che occupava tutta una parete, un corrimano per gli esercizi della danza classica. Esattamente quello che mi ero aspettato vedendo l'insegna. C'erano alcune panche, occupate da una decina di spettatori. Mi sedetti in uno dei pochi posti liberi. Se la palestra corrispondeva a quello che avevo immaginato, le cose che succedevano sul parquet – la lezione – erano molto diverse. C'erano una ventina di allievi, quasi tutti maschi. Indossavano pantaloni neri di tela, magliette bianche a mezze maniche e scarpette nere.

Download PDF sample

Rated 4.72 of 5 – based on 4 votes